“On your marks!” – Preview. La prima fase dei CdS Allievi

Parte domani da Reggio Emilia la lunga competizione dei societari Allievi che nella nuova periodizzazione della stagione voluta dalla Fidal qualche anno fa (a nostro modestissimo parere quantom
eno discutibile per non dire di peggio) si concluderà il 3 e 4 ottobre con le finali nazionali e interregionali.
Per gli under 18 si tratta di un appuntamento molto importante anche a livello individuale in quanto per molti è una delle prime, e in qualche caso rare, occasioni in cui cercare di conseguire il limite per i Campionati Italiani di categoria che si svolgeranno a Milano dal 19 al 21 giugno.
Dopo aver ottenuto un ottimo 10.88 del “Liberazione” sui 100 metri il reggiano Zlatan correrà sulla pista di casa soltanto la distanza doppia dove è accreditato di un crono di 22.44, quasi un secondo al di sotto del tempo di iscrizione di Bernabei (Sacmi Imola) che a sua volta è il numero uno indiscusso delle starting list del giro di pista con il suo personale di 50.23.
Giovanni Marchetti

Più incerta invece la situazione sugli 800 metri dove la forbice fra l’imolese Kanziz e Simone Balletti (Celtic Druid Castenaso) è molto ristretta: 2.00.25 contro 2.00.93.

Sfida calda quella dei 110 ostacoli con tre atleti sotto i 15 secondi. Il decatleta della Sacmi Michele Brini (14.67) guida le liste, ma ha molto vicini Matteo Brgamaschi (Cus Parma, 14.69) e Giovanni Marchetti (Virtus Bologna, 14.98).
Incerto anche l’esito dell’asta con i primi tre (Lusuardi, Saccani e Canossini) con accrediti che vanno da 3.95 a 3.80.
Nei lanci i favoriti sono il parmigiano Volo nel peso, Gabriele Valanzano (Imola) nel disco al rientro dopo un piccolo infortunio che potrebbe condizionarlo, e Iuliano (Fratellanza) nel giavellotto che dovrà vedersela con Kumar (Cus Parma) recentemente in forte crescita.
Il martello dovrebbe essere una partita a due fra il lughese della Sacmi Giovanni Montini e il cesenate Filippo Manuzzi.
Fra le ragazze c’è molta attesa per le gare di velocità. I 100 piani vedranno sui blocchi tre interessantissimi talenti: Zaynab Dosso (Corradini) che andrà a caccia del record regionale, Eleonora Iori (Fratellanza) e Laura Fattori (Atl. Reggio). Sulla doppia distanza fra le prime due si inserisce la parmigiana Desola Oki a tenere altissimo il livello della competizione.
Sui 400 il Cus Parma schiera l’ostacolista Elisa Maria Di Lazzaro che è l’unica atleta sotto i sessanta secondi e non dovrebbe avere troppe difficoltà, così come la reggiana (sponda Self) Boni sui 1500 che stacca di 12 secondi la prima delle avversarie. La Di Lazzaro è anche la numero uno delle barriere alte grazie al suo tempo di 13.94.
Filippo Manuzzi

Nei salti va segnalato l’accredito di Marta Morara (Atl. Lugo) di 1.67 nell’alto, il 5.42 con cui la cesenate  in forza alla Self Emma Perazzini guida le liste del lungo e 11.95 della piacentina a cinque cerchi Elisa Rinaldi nel triplo. L’asta dovrebbe essere un affare di famiglia fra Anna Massari e Greta Benedetti (Cinque Cerchi).

Nei lanci l’unica gara senza un destino già scritto sembrerebbe essere quella del peso dove Giorgia Scaravella (Atl. Piacenza) è favorita in virtù del suo personale di 12.26, ma si trova non tr5oppo distanti Gabriel Edwep (Fratellanza), Daria Soglia (Lugo) e Diana Pasquini (Cus Bologna)
Discorso diverso per le altre specialità: Soglia nel disco, Lucilla Celeghini (Fratellanza) nel martello e Maite Vannucci nel giavellotto hanno accrediti che dovrebbero metterle al riparo da brutte sorprese.
Nella marcia potrebbe arrivare qualcosa di buono da Molly Jade Davey, l’allieva di Patrice Terranova che recentemente ha ben figurato all’incontro internazionale di Podebrady in Repubblica Ceca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: