“On your marks!” – Iceland 2015. Tre medaglie per San Marino ai Giochi dei Piccoli Stati

Torna da Reykjavik con cinque medaglie d’argento e sei di bronzo la spedizione sammarinese ai GSSE (Games of Small States of Europe) e tre di queste arrivano dall’atletica leggera grazie ad Andrea Ercolani Volta, argento nei 400 ostacoli, e ai saltatori Eugenio Rossi  e Matteo Mosconi, rispettivamente secondo e terzo nel salto in alto.

Il  giugno islandese, temperature intorno agli otto gradi e vento quasi sempre protagonista, non è certo stato un alleato dei ragazzi della  Repubblica che comunque si sono mantenuti sui loro standard nonostante le condizioni climatiche.

Ercolani Volta si era aggregato all’ultimo momento alla nazionale biancazzurra grazie ad una wild card concessa dal comitato organizzatore (aveva mancato il minimo di partecipazione di pochi centesimi) ma in tutte le gare che aveva affrontato in questa prima parte di stagione aveva già  fatto vedere ottime cose, migliorando per tre volte il record nazionale della distanza fino a portarlo al 54.94 del 10 maggio scorso a Modena.
Velocissimo fin dallo sparo, è rimasto in terza posizione fino all’ingresso del rettilineo finale quando sull’ottava barriera il rappresentante del Principato di Monaco ha accusato la stanchezza scomponendosi nell’azione di passaggio per poi crollare sulla nona lasciando via libera per il secondo posto al portacolori dell’Olimpus che  ha chiuso in un ottimo 55.16.

Andrea Ercolani Volta
Le condizioni meteo e una situazione dell’impianto forse non ottimale fanno sì che non possa dirsi completamente soddisfatto dell’argento Eugenio Rossi. L’alfiere della Biotekna Marcon si presentava nella terra dei vulcani forte del 2.25 ottenuto pochi giorni fa a Parma che lo poneva nettamente al comando delle starting list. Salito indenne fino a 2.12m ha sbagliato il primo salto a 2.15m, misura superata al primo tentativo dal rappresentante di Cipro. Tre centimeri più in alto Rossi ha messo tre “X” a referto mentre Konstantinou ha continuato il suo  percorso netto confermando l’oro di due anni fa in Lussemburgo. 
Gare fotocopia per Matteo Mosconi e per il lussemburghese Kevin Rutare: entrambi entrati in gara a 1.90m e per entrambi buona la prima fino ai 2 metri. A 2.03 sia  Mosconi che l’atleta del Granducato hanno valicato l’asticella all’ultimo tentativo e si sono divisi il terzo gradino del podio.
Da destra: Eugenio Rossi, Matteo Mosconi,
Andrea Ercolani Volta

Per quanto riguarda gli altri componenti della pattuglia del Titano i migliori piazzamenti sono stati quelli di Federico Gorrieri, due volte vicino al podio, con il 13.52m che gli ha dato il quarto posto nel triplo e il 6.83m che lo ha visto quinto nel salto in lungo.

Un po’ di emozione per la platea internazionale e i capricci del vento hanno fatto sbagliare i tre tentativi alla misura di entrata (3.00m) a Martina Muraccini, mentre le temperature “natalizie” non hanno impedito a Francesco Molinari di togliere tre centesimi al personale sui 100 metri (11.12, decima posizione in classifica) e di andarvi molto vicino sui 200 (22.92, nono posto).
Joe Guerra chiude la sua prima esperienza come portacolori del paese dei suoi nonni con due ottavi posti. Il venticinquenne mezzofondista di Columbus (Ohio, Usa) ha fermato i cronometri sul tempo di 2.01.60 sul doppio giro di pista e 4.09.96 sui 1500 metri.
Ultima annotazione per le staffette: quarta la 4X100 in 45.11, quinto il quartetto del miglio in 3.37.60.

Il video della gara dei 400 ostacoli
Di seguito i link ai servizi sui Giochi dei Piccoli Stati di Iceland 2015 di San Marino RTV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: