“On your marks!” – Indoor. Dosso, Gaddoni, Lama, Orsoni. Week end di record

Riccardo  Gaddoni

Superlavoro in arrivo per gli statistici. Dopo questo fine settimana con appuntamenti agonistici ad Ancona, Padova, Parma e Modena, sono ben quattro infatti i nuovi record regionali che andranno annotati negli albi dei primati.

Una settimana dopo la fucilata sui 60 piani di Modena Zaynab Dosso ha scelto Padova per misurarsi sui 200 metri  e lo ha fatto a modo suo: vincendo in 24.65, 17 centesimi in meno di una certa Ayomide Folorunso…
Per la burocrazia il risultato della sprinter di Rubiera andrà affiancato da un asterisco in quanto “straniera eleggibile”, ma nessuno ha mai visto un burocrate scattare dai blocchi…
Doppia soddisfazione (e doppio record) per la Sacmi Imola. Gli ottocentisti hanno scelto il palaindoor di Ancona per provare la gamba e sono tornati più che soddisfatti dalla trasferta marchigiana. Francesco Conti ha vinto a mani basse in 1.51.40, alle sue spalle Riccardo Gaddoni (classe 1999) ha fermato il cronometro su 1.56.50, quasi un secondo al di sotto del personale all’aperto e soprattutto vecchio record regionale Allievi disintegrato.
Il momento di gloria di Francesco Lama invece è arrivato sulla pedana dell’impanto indoor modenese.
Riccardo Orsoni

L’imolese specialista delle prove multiple (possiamo dire ormai ex?), aveva già portato il personale a 4.70m la settimana scorsa, ma nella gara di ieri è stato assolutamente superlativo. Entrato in gara a 4.40 è salito di 10 centinetri in 10 centimetri fino al personale che ha superato al terzo tentativo. Poi ha continuato a far salire l’asticella fino a quei 5.00m, superati alla seconda prova, che rappresentano il nuovo record regionale juniores e 40 centimetri di miglioramento rispetto alla miglior prestazione all’aperto 2015.

Ci sono voluti venticinque anni per togliere il primato dei tre kilometri di marcia al riccionese Marco Giungi, ma Riccardo Orsoni ce l’ha fatta al primo tentativo. 
Il fresco Campione Italiano Cadetti 2015, ha cominciato nel migliore dei modi la sua esperienza nella categoria superiore e si è preso il lusso di togliere al vecchio record un secondo per ogni anno di resitenza nelle liste. Il walker parmigiano ha chiuso la gara al secondo posto in 13.11.20, pochi decimi alle spalle dello junior della Fratellanza, Cesare Cozza,  ma ben venticinque secondi al di sotto del 13.36.35 realizzato da Giungi a Pesaro nel  1991. 
Francesco Lama

Di seguito una breve panoramica dei migliori risultati degli emiliano-romagnoli nelle diverse riunioni.


Padova – Vittoria sui 60 piani per Simone Pettenati (Fratellanza) in 6.91. Matteo Orsatti (Cus Parma) è argento in 8.42 sui 60 hs juniores. Elena Benevelli (Atl. Reggio) è sesta negli 800 metri con il nuovo personale al coperto di 2.18.70. Le neo Allieve Giulia Leonardi (Corradini) e Giulia Zambrelli (Cus Parma) si piazzano al decimo e tredicesimo posto con 2.20.66 e 2.21.22. Marta Baruffini (Cus Parma) spara il suo peso a 12.93m e non ha rivali che possano impensierirla. Tra gli uomini seconda piazza per Gabriele Natali (Atletica Ravenna) con 13.10m.

Parma – L’Allievo Hichame Jarine (Atl. Molinella) regola il campo dei partenti degli 800m in 2.02.65. Federico Bellinelli, Cadetto primo anno della Pontevecchio Bologna, vince il salto in alto con 1.70m. Nel lungo cadette la mantovana Alice Rodiani (Gonzaga) atterra a 5.48m, alle sue spalle Giulia Guariello (Sintofarm) con 5.14m.

Modena – Doppia vittoria e doppio personale per Stefano Bignami (Virtus Bologna) sui 60 piani Alievi in 7.09 e nel lungo con 6.76m. Andrea Dallavalle (Atl. Piacenza) si candida per ripetere l’oro dei Campionati Italiani e vince il triplo con 15.13, sei centimetri sotto il primato regionale.
Desola Oki (Cus Parma) fa l’asso pigliatutto del rettilineo con ( 8.61) e senza (7.69) ostacoli.
Andrea Dallavalle
Zlatan (Atl. Reggio) si conferma su buoni livelli e si laurea Campione Regionale Juniores in 6.89 davanti a Fornasari (Fratellanza, 6.98) che scende per la prima volta sotto il muro dei 7 secondi. Quarto e quinto posto per Pettorossi (Virtus Bologna) e Abe (Cus Parma) divisi da un centesimo sul fotofinish (7.01 e 7.02).
Personale sui 60 metri per Eleonora Iori (Fratellanza) che vince in 7.63.
Simone Pettenati sulla pista di casa si migliora rispetto al giorno prima in veneto e fa suo il titolo promesse dei 60m in 6.83. Secondo posto in 6.88 per Giannantoni (Virtus) che aveva corso in 6.84 in batteria.
Nel lungo si migliora il piacentino Stefano Braga (Riccardi Milano) che aggiunge 13 centimetri alla prestazione della settimana scorsa e atterra a 7.58m. Fra le ragazze molto bene Jasmin Mukasi che esordisce con la nuova maglia del Cus Bologna uguagliando il personale di 5.71m.
Ancona – Pb a 7.11 per Francesco Molinari (Olimpus San Marino) quinto nella finale dei 60m sulla pista dorica.  Giorgia Benecchi (Cus Parma) vince il salto con l’asta superando la quota di 4.25m, quarte a 3.30m Elena Campagna (Francesco Francia) e Martina Muraccini (Olimpus).
Vittoria in 22.28 sui 200m per Alex Pagnini (Atletica Capanne). Per il velocista cresciuto nell’Atletica 75 Cattolica si tratta di un miglioramento di tre decimi rispetto al 22.59 dello scorso anno.
Il salto a cinque metri di Francesco Lama
Video di Mollificio Modenese Cittadella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: