“On your marks!” – Parte la stagione 2016. Le “spurie” di Copparo e gli altri risultati del week end

Simone Pettenati
Con il ritorno del bel tempo, anche se in molti campi non sembrava proprio, è ripartita anche in Emilia-Romagna la stagione outdoor 2016. 
Il piatto forte di questo primo fine settimana era la 41^ edizione del Meeting di Primavera-Memorial Paolo Tezzon, organizzato dal Centro Atletica Copparo che, come da tradizione ormai consolidata, ha visto gli atleti misurarsi sulle distanze non olimpiche. 
I 150m di Simone Pettenati (Fratellanza) sono volati via in un lampo, per la precisione in 15.85 secondi. Unico rammarico il vento oltre la norma (+3.2) che non permette al neo Campione Italiano dei 60 metri di aggiornare il PB. Stesso discorso per il secondo classificato, il padrone di casa Leonardo Marangoni che con il colpo di reni finale ha siglato un 16.29 che avrebbe migliorato il 16.3 manuale dello scorso anno e per il carabiniere lughese Luca Galletti che ha chiuso in 16.31.
Ottimo anche il quarto tempo del veneto Matteo Merzi. L’Allievo dell’Insieme New Foods Verona, in una batteria molto meno aiutata dal vento (+0.6 il referto dell’anemometro), ha fermato il cronometro sul tempo di 16.37. Da tenere sotto osservazione per il futuro.
Lucia Quaglieri e Anna Berneschi
Scambio di posizioni nella gara sui tre quarti di giro dove il trentacinquenne Galletti (34.64) ha avuto la meglio sul carpigiano (34.96). Infine lo junior Davide Bernabei (Sacmi Imola, 35.47) ha strappato l’ultimo posto sul podio a Federico Saverino (Modena Atletica, 35.50) e Marangoni (35.56).
Ordinaria amministrazione i tempi del mezzofondo, va invece segnalata la vittoria nel lungo di Giovanni Mastrippolito (Virtus Bologna) che lascia il segno sulla sabbia a 6.77m (-1.6) e fa il suo secondo miglior salto di sempre.
Fra le donne la ferrarese, lato Cus, Alice Bizzarri ha impiegato 18.60 secondi a percorrere i 150 metri dell’anello copparese e si è lasciata alle spalle la specialista delle multiple Lucia Quaglieri (Modena Atletica, 18.93). Sei centesimi più in là, è stata la modenese, lato Fratellanza, Anna Berneschi a completare il podio.
Giulia Guariello
A distanza raddoppiata per la Berneschi è raddoppiata anche la resa. E’ stata proprio lei infatti a vincere i 300 donne in 41.98, un tempo che ha lasciato a oltre due secondi l’Allieva Sabrina Gualandi (Cus Bologna, 44.14) e la cesenate Chiara Scala (Self Reggio) che nonostante una deleteria distribuzione dello sforzo ha concluso in 44.20.
Per quanto riguarda le altre riunioni provinciali va segnalata a Cesena la doppietta 80 metri/lungo del Cadetto dell’Endas Lorenzo Sacchetti (9.2/6.12) e la volata sugli 80 metri della ravennate Anna Vernarelli (10.3).
A Modena, a Simone Terenziani (Self Reggio) sono serviti 38.4 secondi per salire sul gradino più alto del podio dei 300 metri: Giulia Guariello (Sintofarm) si conferma velocista di talento e alla ripresa della stagione riparte praticamente da dove aveva lasciato: 10.1 sugli 80 piani e nuovo personale fra le barriere  per lei (11.8).
Anche Alessia Baldini (Corradini Rubiera) è partita con il piede giusto e,  nonostante il clima modenese non fosse dei migliori, è riuscita a portare il suo PB sui 300 piani a 42.1, due decimi in meno rispetto alla stagione 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: