“On your marks!” – Tbilisi 2016, giorno 1, prima parte. Bene i velocisti, in finale Pace e Proietti

Giorgio Olivieri

Piuttosto buono il bilancio della sessione mattutina di questa prima giornata agli Europei Under 18 di Tbilisi.
Tutti in semifinale gli sprinter azzurri impegnati nelle eliminatorie dei 100 metri. A Fabrizio Ceglie  basta correre in 11.05 per aggiudicarsi il quarto posto utile della terza batteria. Lorenzo Paissan è secondo in scioltezza nella quinta con un centesimo in meno.
Nella gara delle ragazze Camilla Maestrini supera le eliminatorie con il terzo posto in batteria in 12.25, mentre Zaynab Dosso vince la sua run con un confortante 11.79, soprattutto per la facilità con cui è stato ottenuto.
Via libera per la prossima tappa anche per le due specialiste del giro di pista. Letizia Tiso è seconda con un 56.14 controllato dietro alla rumena Miklos che porta il record stagionale europeo a 54.88, Eloisa Coiro chiude in 56.93 e si guadagna l’ultimo posto utile per il ripescaggio.
Doppietta turca nella marcia con Bekmez e Tekdal sui primi due gradini del podio, per l’Italia c’è il nono posto di Angelica Mirabello e tredicesimo per Alessia Mastronicola.
Finale a dodici anche per i nostri due pesisti Andrea Proietti e Alessandro Pace che occupano gli ultimi due slot disponibili con due belle spallate da 17. 45m e17.41m, niente da fare invece per il martellista Giorgio Olivieri che dopo due nulli ha trovato un buon 65.95m che lo mette al quindicesimo posto.
La palma della sfotuna va all’eptatleta Gloria Gollin che durante la prima prova, i 100 ostacoli, cade inciampando sulla seconda barriera e compromette tutto il resto della gara chiudendo in 18.40. La veneta si è poi consolata nell’alto dove ha portato il personale alla quota di 1.58m.
La sessione pomeridiana inizierà alle 14.30 ora italiana con la nostra Emma Peron impegnata nel lancio del disco.

Il sito della manifestazione

La diretta streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: