Stelle al Palio della Quercia. Dibaba a caccia del record mondiale

Share on

Genzebe Dibaba
Genzebe Dibaba

Mancano meno di ventiquattro ore all’edizione numero 52 del “Palio della Quercia”, il meeting internazionale organizzato dallo storico sodalizio della Quercia Rovereto che anche quest’anno può contare su un cast di primissima qualità. 
Il nome più altisonante, che tra l’altro arriva in trentino mosso da propositi “bellicosi”, è quello di Genzebe Dibaba.  L’etiope avrebbe esplicitamente chiesto agli organizzatori di “allungare” rispetto al classico 1500 previsto inizialmente, per andare a caccia del primato mondiale del miglio fissato nel 1996 a 4.12.56 al Weltklasse di Zurigo da parte della russa Svetlana Masterkova.
Per aiutarla nel tentativo di record gli organizzatori hanno ingaggiato un paio di “lepri” in grado di tenere alto il ritmo nelle fasi iniziali della gara e la sua ex connazionale naturalizzata olandese, Sifa Hassan, quinta alle Olimpiadi di Rio sui 1500 metri. Da seguire anche la gara di Federica Del Buono, che ha già molto ben impressionato qualche giorno fa a Cles, alla ricerca di un’ennesima conferma alla sua condizione dopo il rientro dal lunghissimo stop causato da un infortunio.
Sui 100 uomini occhi puntati su Kim Collins, il “vecchietto” volante capace di correre in 9.93 a 40 anni, fresco vincitore dell’Istaf di Berlino; fra le donne bella sfida fra la giamaicana Christania Williams (10.96 di personale e argento nella 4X100 a Rio), la statunitense Barbara Pierre (campionessa del mondo indoor 2016 sui 60 metri) e la britannica Asha Philip, bronzo olimpico nella staffetta veloce.
Il giro di pista maschile vedrà il ventiduenne dominicano Luguelin Santos, argento a Londra 2012, opposto al diciottenne del Botswana Karabo Sibanda, quinto nella finale dei Giochi di Rio, e al giamaicano McDonald, atleta con un personale sotto i 44 secondi e argento con la staffetta del miglio in Brasile.
Formidabile anche il campo dei partenti degli 800 metri in cui l’azzurro Giordano Benedetti dovrà vedersela con una pattuglia di campioni guidata dal gibutiano Ayanleh Souleiman, uomo da 1.42.97 e 3.29.58 sui 1500 che ha in bacheca la medaglia di bronzo dei mondiali di Mosca. Scorrendo le entry list appare evidente che la ricerca di un posto sul podio non sarà una passeggiata per il mezzofondista trentino: personaggi come i kenioti Nicholas Kipkoech (PB di 1.43.97 ), Jakson Kisusa (1.44) e Boaz Kiprugut (1.44.64) non si lasciano battere facilmente.

Giordano Benedetti
Giordano Benedetti

Altri azzurri in gara saranno Fabrizio Donato che nel triplo affronterà il colombiano John Murillo, quinto a Rio de Janeiro, Libania Grenot, una delle poche azzurre tornata dal Brasile con un bilancio positivo, Sonia Malavisi, la promettente astista romana molto cresciuta in questa stagione, e la specialista del giro di pista con barriere Marzia Caravelli, che dopo la non esaltante prestazione di Rio cerca un riscatto dal punto di vista cronometrico.

 

Diretta Tv su Rai Sport dalle 20 alle 22.

IL SITO DELLA MANIFESZTAZIONE

TUTTI GLI ISCRITTI

Share on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: