32° Esagonale del Po. Reggio regna ancora

Share on

L’Esagonale del Po, che ieri ha spento trentadue candeline, è ormai un piccolo classico dell’attività giovanile che continua a raccogliere successi.

Nicolas Brighenti
Nicolas Brighenti

L’edizione 2016 è andata, per la terza volta negli ultimi quattro anni, alla rappresentativa di Reggio Emilia che con un risultato finale di 160.5 ha staccato di 10 punti i rivali di Parma e ha lasciato molto più indietro le compagini di Modena, Piacenza, Cremona e Mantova.
A livello individuale nella categoria Allievi va segnalato il 59.98 di Nicolas Brighenti (Arvedi Cremona), vicinissimo al personale di 60.31 che lo ha messo al quinto posto dei tricolori di Jesolo. Argento con 57.63 per il modenese Nicola Cipolli (Fratellanza), un metro esatto al di sotto del proprio PB.
Negli 800 metri under 18 gara senza storia per Michele De Berti (Atl.Reggio, sesto a Jesolo) che ha chiuso in 1.55.86 lasciando a quasi 5 secondi il primo degli avversari.
Il martello è stato anche fra le Allieve la gara con il miglior contenuto tecnico grazie alla vittoria della cremonese Chiara Okereke Obianuju (Arvedi) che ha messo il suo sigillo con un secondo lancio da 50.60.
Sei punti sono arrivati dagli 80 metri Cadetti per la squadra piacentina grazie al 9.64 di Tommaso Boiardi (Atl.Piacenza), mentre i 300 piani sono stati appannaggio del team reggiano con Simone Terenziani (Self Montanari&Gruzza)  che è arrivato sul traguardo dopo 38.10 secondi.
Ancora una bella prova di efficienza per Jacopo Curti (Self) che, dopo aver migliorato domenica scorsa il primato regionale dei 1200 siepi, ieri è andato a vincere la prova sul chilometro in 2.40.01.
Gran balzo in tutti i sensi quello dell’astista Sebastiano Tizzi (Interflumina E’ Più Pomì Casalmaggiore) che è salito a 3.50, un risultato di ben 30 centimetri superiore rispetto al suo vecchio record che lo proietta nella top ten stagionale di categoria.

Giulia Guarriello
Giulia Guarriello

Personale, di due centimetri, anche per Matteo Giovannini, il lunghista della Corradini Rubiera vincitore con 6.08.
Fra le cadette vittorie per distacco per Alessia Baldini (Corradini Rubiera) che vince in 41.91 e Giulia Guariello che termina gli 80 ostacoli  in 12.06. Nell’alto Emanuela Uwaifokun (Atl. Rigoletto Mantova), cadetta primo anno, aggiunge un centimetro al personale e vince a 1.66.
Molto buono il livello del lungo andato alla mantovana Alice Rodiani (Atl. I Gonzaga) con 5.31, davanti alla rubierese Elena Rosalba Molaschi (5.20) e alla parmense Camilla Pizzetti (Coop Consumatori Nordest) atterrata a 5.09.

TUTTI I RISULTATI

Share on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: