Numeri da record al Trofeo Zanon

Share on

atletica-nevi-bannerIn 860 per un’intera giornata di gare: da mattina a sera. Il Trofeo “Gino Zanon” si è confermato tra gli appuntamenti più attesi della seconda parte della stagione giovanile.

Giunto alla 26^ edizione ed evidentemente favorito dallo spostamento di data voluto dagli organizzatori dell’Associazione Atletica Nevi per evitare la concomitanza con il meeting internazionale di Majano, l’appuntamento di Rossano Veneto ha registrato numeri da record: quantità (di atleti) e qualità (di prestazioni) coniugate ai massimi livelli. A brillare sono stati soprattutto gli atleti della categoria cadetti, per i quali è già iniziato il conto alla rovescia verso la rassegna tricolore di fine stagione. Da applausi, in particolar modo, la prestazione delle due mezzofondiste bresciane della Free-Zone, Sophia Favalli ed Elisa Ducoli, che nei 1000 metri hanno corso rispettivamente in 2’54”15 e 2’54”30, realizzando, con il personale, la prima e seconda prestazione italiana dell’anno per la categoria.

Emma Peron
Emma Peron

Grandi risultati anche dalla pedana del giavellotto, con i progressi di Milena Busi (Libertas Sacile), arrivata ad un soffio dai 50 metri (49.91), e di Eleonora Morbin (Cus Padova), miglioratasi sino a 43.42. Nella gara maschile da registrare invece l’ottimo 55.64 di Alessandro Ferro (Gs Fiamme Oro) e il 51.86 di Michele Fina (Lib. Sacile). Rebecca Pavan (Lib. Rossetto Lugagnano) si è confermata su livelli d’eccellenza nell’alto (1.70), specialità in cui si è messo in evidenza anche il cadetto Liyu Scarlassara (Csi Fiamm Vicenza), salito a 1.90. Tra gli allievi, bene Emma Peron (Atl. Vicentina) nel disco (41.47).
Insomma, per atleti e organizzatori una domenica veramente da applausi.

TUTTI I RISULTATI

Fonte: Fidal Veneto

Share on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: