Cles 2016. I pronostici di ostacoli e prove multiple

Share on

Seconda parte della nostra analisi sui probabili medagliati dei Campionati Italiani Cadetti 2016. E’ il turno di ostacolisti e multiplisti.

100 ostacoli Cadetti
Record Italiano 12.94 (+1.2) DI PANFILO Mattia Borgo Valsugana 11/10/2014

Mattia Di Panfilo
Mattia Di Panfilo

2014. A Borgo Valsugana il romano Mattia Di Panfilo, terzo allievo europeo nelle classifiche di quest’anno, si mette al collo la medaglia d’oro dei Campionati Italiani Cadetti migliorando anche il record italiano.
2016, si resta in Trentino, si cambia valle. Questa volta tocca alla Val di Non, ma i 100 ostacoli restano una gara da tenere d’occhio da vicino.
Sono due i pretendenti al titolo: Giuseppe Filpi (Atl. Agropoli) che guida il gruppo dei partenti con il suo PB di 13.52 e Fabio Izzo (Atl. Pianura Bergamasca) che vanta un manuale di 13″4. Pochi giorni fa il campano si è ripetuto sui suoi livelli vincendo il Trofeo Musacchio di Campobasso in 13.56, il lombardo a Chiari ha indossato la maglia di Campione Regionale con 13.83, ma entrambi durante tutta la stagione hanno fornito numerose testimonianze del loro valore in pista e gli ostacoli alti sono una disciplina in cui la fortuna e le condizioni meteo hanno un ruolo importante.
Di certo i due leader della graduatoria non potranno stare troppo tranquilli: subito dietro di loro c’è una lunga lista di atleti con accrediti intorno al 13.80 e un paio di 13″7 manuale e tra questi quel Francesco Cavina (classe 2002 dell’Atletica Ravenna) apparso particolarmente in forma durante le ultime uscite.
Lo scorso anno il titolo prese la strada della Toscana con Vieri Righi (Atletica Futura) vincitore in 13.24.
La nostra schedina: 1) Filpi; 2) Izzo; 3) Cavina

Gli iscritti

80 ostacoli Cadette
Record Italiano 11.45 (+0.6) OKI Desola Borgo Valsugana 11/10/2014
Lo scorso anno in Abruzzo Giulia Guariello (Sintofarm Atletica) rimase ai piedi del podio degli 80 metri per soli tre centesimi. Quest’anno ci riprova, aggiungendo gli ostacoli.

Giulia Guarriello
Giulia Guarriello

11.60 sono un gran tempo e la ragazza che arriva dalla pianura reggiana l’ha già ottenuto due volte quest’anno, ma i 14 centesimi che la separano da Joan Adu (Virtus Castenedolo) non sono un distacco che consenta di prendersela comoda. Entrambe sono apparse in ottime condizioni nelle loro ultime esibizioni in pista, a Cles sarà importante tenere sotto controllo l’emozione.
Per il terzo posto ci sono quattro pretendenti racchiuse nel fazzoletto fra 11.99 e 12.05, perciò il “gioco” della schedina è particolarmente complesso: 1) Guariello; 2) Adu; 3) Carraro (Audaces Nave).
La vincitrice dello scorso anno fu Noemy Petagna (Athletic Club Belluno) in 11.56.

Le iscritte

300 ostacoli Cadetti
38.43 CACOPARDO Luca Cles 09/10/2010
Si torna sulla pista dove sei anni fa il cremasco Luca Cacopardo, all’epoca tesserato per l’Atletica Estrada, mise a segno il record italiano, ma i tempi di iscrizione sono piuttosto lontani da quelli del lombardo.

Lorenzo Benati
Lorenzo Benati

Lorenzo Benati (Atl Roma Acquacetosa) guida la pattuglia degli aspiranti campioni italiani con 39.27. Seconda posizione per il siciliano Bruno Salvagio (Arci XIII dicembre) con 39.53 e terza piazza per il campano Emanuele Santoro (Enterprise Young) con 39.72. Nelle gare di settembre i loro risultati sono stati sostanzialmente equivalenti e proprio per questo il nostro pronostico rispecchia totalmente le entry list.
Chi ha detto “nemo profeta in patria”? Lo scorso anno a Sulmona il vincitore fu l’aquilano Leonardo Puca con 38.95.

Gli iscritti

300 ostacoli Cadette
Record Italiano 43.49 VERDERIO Ilaria Mariano Comense 23/09/2013
Un secondo di vantaggio sul personale può garantire una vittoria sui 300 ostacoli? Sì. Anzi, no. Dipende.
Quello di Arianna Capobianco della Runner Team 99 di Volpiano è il primo nome che si incontra scorrendo la lista, forte del suo personale di 44.79 ripetuto al centesimo per ben due volte. Tuttavia l’ostacolista piemontese ai regionali ha fatto segnare risultati contrastanti: un modestissimo 48.03 nella sua ultima gara fra le barriere e un 42.03 sui piani molto vicino ai suoi tempi migliori. Giornata storta o potrebbe essere a rischio non solo la vittoria ma il podio tout court? Il verdetto lo darà la pista.
Anche la numero 2, Rachele Merisio (Virtus Crema), ha un accredito di 45.60 risalente ad aprile da cui è rimasta a un secondo nella sua ultima prova cronometrata ma non è sembrata troppo distante dai suoi livelli nemmeno nelle ultime gare sul piano. Arriverà in Trentino decisa a dare il meglio di se Beatrice Porcu (Atl Carbonia) arrivata recentemente al personale di 45.71. Migliorando di un paio di decimi questo tempo in un’edizione dei tricolori senza “punte” straordinarie, la sarda potrebbe anche togliersi una soddisfazione molto più grande del “bronzo”.
Occhio anche alla friulana Julie Pivetta (Libertas Porcia) che recentemente ha messo a segno un buon 41.25 sui piani.
Il pronostico, nonostante tutto, deve mettere al numero 1) Capobianco; 2) Porcu; 3) Pivetta.
Piccola nota a margine: molti di voi la ricorderanno mentre correva nella cucina insieme a sua madre Fiona May in un famoso spot pubblicitario. Sabato mattina Larissa Iapichino correrà fra le barriere della pista di Cles. E potrebbe anche essere una delle prime otto del ranking. O anche meglio…
Al “Serafini” di Sulmona ci fu il bis di Valeria Paccagnella (Atl Estrada), già vittoriosa nel 2014,  con 44.35.

Le iscritte

Esathlon Cadetti
Record Italiano 4367 Sion Alessandro Torino 18/09/2016
300 punti di vantaggio sono molto più di una garanzia, ma si sa che le prove multiple sono particolarmente insidiose: basta inciampare anche in una sola “buca” lungo il percorso per compromettere tutta la fatica. Alessandro Sion (Safatletica) parte con la patente di favorito datagli dal recentissimo primato italiano, ma dovrà guardarsi dall’assalto del terzetto lombardo alle

Alessandro Sion
Alessandro Sion

sue spalle formato da Facchinieri (Cus Pavia), Gilardoni (Pol Mandello) e Cordella (Audaces Nave), tutti e tre divisi da 60 punti.
In questa gara non ci buttiamo nemmeno per azzardare una previsione: assolutamente impossibile.
Titolo 2015: Riccardo Filippini (libertas Castelgandolfo 4270)

Gli iscritti

Pentathlon Cadette
Record Italiano 4522 SPORTOLETTI Giulia Jesolo 09/10/2011
Idem come sopra. Anche per le ragazze del pentathlon vale quanto detto per i colleghi maschi con la piccola, ma non trascurabile, differenza che il tandem in cima alle graduatorie è diviso da soli 5 punti: 3973 per Anna Roncato (Audace Noale), 3968 per Ginevra Sarto (100 Torri Young). Dietro di loro un drappello di sei inseguitrici tra 3789 e 3707 punti. Alzi la mano chi pensa si possa piazzare una scommessa che abbia un’infinitesimale possibilità di vincere.
Titolo 2015: Fabiola Avoledo (Libertas Casarsa) 4041

Le iscritte

Share on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: