Atletica sul Web – Intervista a Giarrizzo, il tecnico di Filippo Randazzo

Share on

Nella nostra ricerca di siti che parlino di atletica ci siamo imbattuti in un intervista in cui Carmelo Giarrizzo racconta l’evoluzione e i programmi del suo allievo Filippo Randazzo, il nuovo fenomeno del lungo italiano
Filippo Randazzo
Foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Il salto in lungo maschile degli Assoluti di domenica scorsa è stata una delle più belle gare mai viste in Italia. Dal punto di vista tecnico, vedere tre azzurri sopra la linea degli otto metri fa un certo effetto, per il fatto che uno dei tre sia quell’immenso talento, che per l’ennesima volta speriamo sia stato recuperato, che risponde al nome  di Andrew Howe e, last but not least, che la medaglia d’argento sia finita al collo di un ragazzo con la dinamite al posto dei piedi che arriva dal centro della Sicilia.
Filippo Randazzo, ventuno anni da Valguarnera, provincia di Enna, all’ultimo salto sulla pedana di Ancona ha piazzato una “pedata” che lo ha spinto a 8.05, un risultato che lo pone al terzo posto delle graduatorie europee dell’anno. Un ottimo viatico per sognare un risultato di prestigio ai prossimi euroindoor di Belgrado e ancora di più agli europei under 23 che si terranno a Bydgoszcz, la capitale dello sport polacco, nel luglio prossimo.
Di seguito riportiamo uno stralcio di un intervista rilasciata a ennapress.it da Carmelo Giarrizzo, il tecnico che lo segue fin dagli esordi.

“Ma come ci si sente ad essere l’allenatore di un “ottometrista”? “Per certi versi per me non è stata una sorpresa – commenta – è vero io avevo la sensazione ma ancor più lo stesso Filippo che nelle gambe c’era questa misura ed abbiamo lavorato per raggiungerla nei tempo giusti. Ma è chiaro che una cosa è sentirla, un’altra è raggiungerla. Tu puoi sentirti la potenzialità per poterla fare ma poi una serie di circostanze negative te la possono impedire. Ma invece con Filippo abbiamo lavorato in modo che si facesse tutto nei tempi giusti”

“Filippo già da Allievo ha fatto grandi cose – continua – Carmelo – basti ricordare che in questa categoria con 7,56 detiene la seconda misura italiana di sempre dietro solo a Howe. E’ un ragazzo che ha una grande forza di volontà e si allena molto seriamente…”

L’INTERVISTA COMPLETA SU ENNAPRESS.IT

Tutte le foto sono state reperite tramite la ricerca immagini di Google e, ove possibile, è stato segnalato l'autore.Se non diversamente indicato sono da attribuire a Colombo/Fidal. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via e-mail. Saranno immediatamente rimosse

Share on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: