Fermo. Lunghissimi i martelli di Olivieri e Beneduce

Share on

 

Al “Trofeo Città di Fermo” brillano i giovani martellisti. Olivieri e Beneduce continuano a progredire, impressionante miglioramento della Zuccaro
Giorgio Olivieri
Giorgio Olivieri

Raffica di personali per i martellisti impegnati nel 22° Trofeo Città di Fermo.
Ad accendere i fuochi d’artificio è stato Giorgio Olivieri con una cannonata da 73.54. Il lanciatore della Tam Marche, in gran forma in questa prima parte di stagione, ha ritoccato il record regionale Allievi ottenuto una decina di giorni fa a Rieti e ha avvicinato ulteriormente il primato italiano di categoria che dal 2011 appartiene al friulano Marco Bortolato con 75.76.
La miglior prestazione di ieri, ottenuta per altro in una serie con quattro lanci validi al di sopra dei 71 metri, conferma il ragazzo di Porto San Giorgio al terzo posto delle graduatorie nazionali all time e lo pone in quarta posizione nel ranking mondiale 2017.
Usciti di scena i maschi a salire in cattedra è stata la pescarese Alessia Beneduce (Aterno Pescara) che al secondo turno ha trovato la progressione giusta per fare atterrare il suo attrezzo a 58.05, nuovo record regionale abruzzese under 20 ma soprattutto standard di qualificazione per gli Eurojunior di Grosseto.
Soddisfazione anche per la sua corregionale Isabella Di Benedetto (Gran Sasso Teramo) che all’ultimo passaggio in pedana ha trovato la botta giusta per aggiungere oltre un metro al pb: 48.72.

Alessia Beneduce
Alessia Beneduce

Nella gara allieve Sara Zuccaro ha spedito letteralmente in orbita l’attrezzo da tre chilogrammi. Un buon primo tentativo a 53.26, poi la martellista dell’Atletica Fabriano ha spinto sull’acceleratore: 57.64 il lancio vincente che aggiunge oltre tre metri al suo vecchio primato personale che le aveva dato il titolo italiano cadette 2016.

Per quanto riguarda le corse va segnalata la doppietta vincente 80/150 metri del sedicenne fermano Mattia Mecozzi (9.24/16.84) e la vittoria in 35.36 sui 300 del sammarinese Alessandro Gasperoni (Olimpus), soltanto due centesimi al di sopra del personale fatto registrare lo scorso anno su questa stessa pista.
Il miglior report che arriva dalla sabbia è invece il 5.31 con cui Martina Cuccù (Atl. Sangiorgese) si è aggiudicata il lungo under 15.

TUTTI I RISULTATI

Share on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: