CdS Allievi, prima giornata. A Reggio Scotti mette il turbo: 47.13

Share on

I ragazzi crescono bene. Edoardo Scotti brucia la pista di Reggio e dopo venticinque anni polverizza il primato regionale under 18 dei quattro. A fargli compagnia sotto i riflettori diversi giovani di belle speranze che continuano a migliorarsi gara dopo gara.
Edoardo Scotti

La caldissima giornata reggiana di ieri non è stata un ostacolo per gli under 18 dell’Emilia-Romagna impegnati nella prima giornata dei CdS. Anzi vista la quantità di ottimi risultati messi a referto viene da chiedersi se non sia stato una loro valida alleata.
Quanto il clima possa aver coadiuvato lo straordinario talento di Edoardo Scotti non possiamo dirlo, quello che sappiamo è che una prestazione come quella che abbiamo visto realizzare ieri al quattrocentista del Cus Parma non è cosa che si veda tutti i giorni. E’ servito un quarto di secolo perchè il 48.2 del talentuoso alfiere della Fratellanza Marco Pignatti venisse privato del suo valore di primato regionale e quando tre mesi fa il parmigiano fermò i cronometri a 47.77 nel Palaindoor di Ancona fu subito chiaro a tutti che sotto il sole sarebbero arrivate altre sorprese. Più difficile era pronosticare che Scotti fosse già in grado di sparare una cannonata da 47.13 che mette in soffitta i vecchi record allievi e juniores della specialità e che lo porta a una manciata di centesimi, otto per la precisione, dal miglior crono nazionale all time del tridentino Marco Lorenzi.
Per gli amanti delle liste e delle statistiche possiamo aggiungere che il tempo di ieri mette Scotti al settimo posto delle liste mondiali under 18 fra i giamaicani Watson (47.08) e Lindo (47.18).
Gran talento è anche quello dell’ostacolista Giulia Guarriello (Impresa Po), argento ai tricolori cadette 2016, che in 14.04 secondi ha messo in chiaro che i venti metri in più rispetto allo scorso anno per lei non fanno nessuna differenza. La sedicenne della bassa reggiana va a occupare la quarta casella del ranking regionale che vede al vertice il 13.30 di Desola Oki.
Qui il video della gara di Scotti

Il più veloce a superare i dieci ostacoli da 91 centimetri invece è Federico Albano (Endas Cesena) che toglie otto centesimi al pb e si conferma come uno dei più quotati pretendenti per la prossima finale dei campionati italiani.
Un millimetro può rappresentare la gioia per qualcuno e la rabbia per qualcun altro. E’ quello che è successo ad altre due cesenati che difendono i colori della Self Reggio: la velocista Lucia Fiumana e la martellista Giada Ceccarelli. E’ stata la misura dei distacchi in fotografia che ha stabilito che la Fiumana non solo aveva portato il personale a 12.38 ma era anche riuscita a sopravanzare la lughese Sara Ronchini di un inezia. La “chiamata” di 49.99, nonostante migliorasse abbondantemente il personale, ha lasciato un po’ d’amaro in bocca alla Ceccarelli: il muro dei 50 metri è un traguardo simbolico ma importante per un lanciatore. Se poi il giudice ti rivela che lo strumento aveva segnalato che oltre a quei 99 centimetri vi erano anche 9 millimetri…
Nel mezzofondo maschile vanno segnalati il bel duello sui 1500 metri fra il parmigiano Simone Arena (4.06.77) e il padrone di casa Jacopo Curti (4.08.81) e l’affermazione in solitaria del siepista piacentino Pietro Ofidiani (6.31.18).

Nicole Romani

Il settore salti, sia maschile che femminile, ha fatto registrare quattro vittorie piuttosto nette e fra queste spicca il salto in alto di Nicole Romani: la riminese con la maglia della Fratellanza è salita per la seconda volta in una settimana fino a 1.70. La sensazione è che possa ambire a quote in cui l’ossigeno è ancora più rarefatto.
Oggi si replica dalle 14.45. Difficile che si possa replicare anche il livello dei risultati di ieri ma come si dice: mai dire mai

TUTTI I RISULTATI

Share on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: