Le buone azioni non superano gli ostacoli. Li comprano

Share on

Dopo l’ennesimo atto vandalico che qualche sera fa ha distrutto l’attrezzatura che usavano per allenarsi, i ragazzi della Young Runner Gela non ce la fanno più. E hanno bisogno d’aiuto.
Che ne dite? Mettiamo una mano sulla coscienza e l’altra sul portafoglio?

Allenarsi senza una pista è difficile. Senza una pista riuscire a fare lo standard di qualificazione per i campionati europei Juniores  sui 400 ostacoli è difficilissimo.
Farlo senza avere a disposizione nemmeno gli ostacoli è assolutamente impossibile.
Qualche tempo fa abbiamo raccontato la storia di Massimo Bianca,  poliziotto per professione e tecnico per vocazione, uno che in una città difficile come Gela si è inventato una società di atletica dal nulla e nonostante l’assenza di strutture e di aiuti da parte delle istituzioni non si arrende.
Allenarsi per strada o in spiaggia, senza avere una palestra o degli spogliatoi, inventando ogni giorno soluzioni per fare quello che altri danno per scontato. A Gela l’atletica si fa così e nonostante tutto questo sono arrivati anche risultati più che lusinghieri, l’ultimo dei quali è il

Samuele Licata e Massimo Bianca

bronzo ai Campionati Italiani Juniores di Samuele Licata che ha anche centrato il minimo per Grosseto nel giro di pista con barriere.
Qualche sera fa l’idiozia di un gruppetto di vandali non ha trovato altro sfogo che quello di distruggere tutti gli ostacoli che i ragazzi usano per allenarsi. Un colpo duro per il morale degli atleti della Young Runner che già in altre occasioni hanno dovuto rimediare ad avvenimenti simili. Questa volta il danno causato da questo gesto incivile non sono in grado di ripararlo con le loro forze e hanno deciso di chiedere aiuto.
Questa mattina, dopo aver denunciato i fatti, il presidente del club gelese ha attivato una carta PostePay per effettuare una colletta per riacquistare il materiale andato perduto.
Il metodo per effettuare una donazione è molto semplice: ci si reca da un tabaccaio o in un ufficio postale con il numero della carta PostePay e il codice fiscale che vedete nelle foto e si versa la cifra desiderata a cui vengono aggiunti 2 € di tariffa per la ricarica. Ovviamente tutto quello che verrà raccolto tramite questa sottoscrizione verrà pubblicato e le spese per i nuovi attrezzi saranno completamente rendicontate dai dirigenti del club siciliano.
Anche cinque euro possono aiutare Massimo e i suoi ragazzi ad andare avanti e quasi tutti abbiamo un tabaccaio sotto casa…

 

 

QUI I RIFERIMENTI PER LE DONAZIONI

Share on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: